Stage presso Commissione Territoriale per il riconoscimento della protezione Internazionale di Gorizia

E' stato pubblicato sul portale web del DISPES un'interessante possibilità di stage presso Commissione Territoriale per il riconoscimento della protezione Internazionale di Gorizia. Vi riportiamo la news integrale come riportata sul sito del dipartimento e il link.

La Commissione Territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale di Gorizia ha il compito di decidere, attraverso un’apposita intervista al richiedente, sulle domande di protezione internazionale presentate nel territorio di competenza (province di Gorizia, Udine, Trieste e Pordenone).


La Commissione può adottare una delle seguenti decisioni:

  • riconoscere lo status di rifugiato, nei casi previsti dall’ art. 1, lett. A, punto 2, della Convenzione di Ginevra 28/07/1951, essendo una persona che “temendo a ragione di essere perseguitato per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale o per le sue opinioni politiche, si trova fuori del Paese di cui è cittadino e non può o non vuole, a causa di questo timore, avvalersi della protezione di questo paese”.
  • riconoscere lo status di protezione sussidiaria, che compete alle persone che non possiedono i requisiti per essere riconosciute come rifugiati, ma che se ritornassero nel Paese di origine correrebbero un rischio effettivo di danno grave nel senso di cui all’ art. 14 del decreto legislativo 251/2007, e precisamente:
  1. la condanna a morte o all’ esecuzione della pena di morte;
  2. la tortura o altra forma di pena o trattamento inumano o degradante ai danni del richiedente nel suo Paese di origine;
  3. la minaccia grave e individuale alla vita o alla persona di un civile derivante dalla violenza indiscriminata in situazioni di conflitto armato interno o internazionale.
  • rigettare la richiesta di protezione internazionale, ma ritenere che possano sussistere gravi motivi di carattere umanitario e quindi trasmettere gli atti al Questore per il rilascio del permesso di soggiorno ai sensi dell’ art. 5, comma 6, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286.
  • rigettare la richiesta di protezione internazionale, senza riconoscere alcuna forma di protezione.

La decisione della Commissione può essere impugnata presso il Tribunale di Trieste.

In tale contesto allo studente verrà assicurato un percorso formativo di elevato contenuto giuridico, teorico e pratico, ed insieme geo–politico.

Verrà, infatti, avviato alla conoscenza delle diverse fattispecie di protezione internazionale e dei diversi presupposti e requisiti previsti dalla normativa, nazionale – comunitaria ed internazionale – per ognuna delle forme di protezione internazionale.
Tale conoscenza teorica avrà un risvolto pratico in quanto lo studente potrà essere di supporto alla Commissione e alla Segreteria anche nella predisposizione dei decreti amministrativi e degli atti da presentare per la difesa in giudizio nonché collaborare nella ricerca delle informazioni sui Paesi di origine dei richiedenti utili alla decisione sulla domanda.

Gli studenti interessati al tirocinio curricula potranno inviare i loro curricula a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. mettendo in oggetto "TIROCINIO FORMATIVO_Cognome e Nome ". I candidati dovranno indicare gli esami svolti e la votazione conseguita oltre alle competenza linguistiche che possiedono